S-Moove, un nuovo modo di concepire il VAN

S-Moove, un nuovo modo di concepire il VAN

Il Van si conferma anche per la stagione 2019 il veicolo ricreazionale più ricercato e amato dal pubblico. Praticamente sono rimasti, solo pochi marchi a non avere almeno un modello di van in catalogo.
Nel parcheggio del Salone del Camper, i miei occhi sono stati catturati da un particolare allestimento, creato da due progettisti che dell’originalità e della praticità ne hanno fatto i due elementi portanti.
Si chiama S-Moove ed è un sistema modulare con cui ognuno di noi può creare il proprio interno del camper. I due progettisti Francesca Carpinello e Massimo Aversa dello studio PAeP di Aosta, sono al Salone per trovare un cliente, ovvero un Marchio, che desideri produrre e commercializzare l’allestimento su un van.
Infatti S-Moove parte dal furgone nudo e crudo, sul cui pavimento si istalla un pianale e un particolare sistema di ancoraggio, che sono la base dove agganciare i moduli. In pratica un “Lego” per adulti.
Ogni modulo, che possiede antine di apertura prive di cerniere, grazie ad un particolare disegno e al taglio laser che permettono di aprire l’anta di 180 gradi, è indipendente e quindi si può spostare in ogni parte del van: potete mettere la cucina davanti, in coda e sul fianco o decidere di non portarla. Potete avere una sala da pranzo per 8 persone, oppure un’enorme cucina e pranzare fuori.
Smoove si installa senza l’ausilio di nessun installatore, non necessita alcun collaudo nè il veicolo, nè l’arredo e permette di essere personalizzato con qualsiasi colore o fantasia che si voglia. Non ultimo una volta tornati dalle vacanze tutto i sistema si smonta in meno di meno mezz’ora riportando il furgone alla sua destinazione originale e, i moduli possono trovare posto in casa per arredare l’ingresso, la cucina o il bagno. Per maggiori informazioni : www.s-moove.com e info@s-moove.com