Ivrea e il Canavese: Castelli e testimonianze industriali premiate dall’Unesco

Ivrea e il Canavese: Castelli e testimonianze industriali premiate dall’Unesco

Nel 1000 Arduino, marchese di Ivrea, audace e ambizioso, si fece incoronare  primo re d’Italia, dando lustro al Canavese, questo piccolo territorio incuneato tra Piemonte e Valle d’Aosta, contrassegnato dal fenomeno di retrocessione dei grandi ghiacciai. Passano molti anni e nel 1900 arriva la dinastia Olivetti, imprenditori geniali e illuminati, anche loro capaci di trasformare il territorio con le invenzioni di Camillo e l’intelligente visione imprenditoriale di Adriano. L’Olivetti diventò un’azienda faro nel panorama italiano e mondiale. Non solo per la creazione di prodotti all’avanguardia per tecnologia e stile (basti pensare alla Lettera 22 e alla Divisumma 14  esposte tuttora al MoMa di New York),  ma anche per l’idea di Comunità che univa proprietà e lavoratori.

 

Leggi GRATUITAMENTE l’articolo completo: Ivrea e il Canavese: Castelli e testimonianze industriali

 

Clicca qua per sfogliare L’ARCHIVIO di Turismo all’Aria Aperta