CUBA: dal primo gennaio è decaduto il “Peso Convertibile”

CUBA: dal primo gennaio è decaduto il “Peso Convertibile”

Cuba dal 1° gennaio 2021 ha messo fine al decennale sistema a doppia valuta eliminando il Peso convertibile. Il Presidente Miguel Diaz-Canel ha dichiarato che il paese inizierà le riforme nel suo sistema monetario proprio con l’introduzione di un tasso di cambio unico di 24 pesos cubani per un dollaro. In un discorso televisivo di Stato, il presidente cubano, insieme a Raul Castro, l’ex presidente del paese, e leader del Partito Comunista ha annunciato ai cittadini l’eliminazione il peso convertibile, o CUC, creato nel 1994, l’unica moneta ufficiale sarà il peso cubano, o CUP.

Durante il discorso, in diretta streaming, il leader cubano ha sottolineato che il paese ha bisogno di migliorare il quadro economico e sociale con nuove riforme, e unificare la valuta aiuterà il commercio e gli sambi con l’estero. Questo cambio è stato dettato, principalmente, perchè l’impatto economico della pandemia globale di coronavirus ha fatto crollare il turismo con grosse perdite anche alle imprese. Il Presidente ha assicurato che queste riforme stabilizzeranno il tasso di cambio fluttuante. Tuttavia, questo cambio, potrebbe creare perdite a chi commercia principalmente in pesos convertibili, ha avvertito il presidente cubano, infatti il potere d’acquisto di questa moneta perderà una parte del suo valora anche per i problemi dovuti alla crisi sanitaria e al blocco.

Cos’e’ il Peso Convertibile

Il peso convertibile o CUC era una delle due valute ufficiali di Cuba, usata in passato per facilitare il commercio turistico. Questa valuta era cambiabile solo a Cuba ed aveva un rapporto fisso a 1 con il dollaro statunitense

Foto di reesorts da Pixabay