CINA: dal risciò alla Ferrari

CINA: dal risciò alla Ferrari

Si parla il Mandarino, si leggono gli ideogrammi, ci si muove in una scacchiera con quasi un miliardo e mezzo di pedine umane, fra i grattacieli e il traffico stradale da record, nel Paese della Grande Muraglia e dell’Esercito dei settemila Guerrieri di terracotta.

Clicca sulla rivista per leggere l’articolo