Revisione auto: nuove norme in arrivo dal 2018

Revisione auto: nuove norme in arrivo dal 2018

Da maggio 2018 ci saranno delle novità per quanto riguarda la revisione delle auto: i controlli saranno più rigorosi e verrà emesso il certificato di revisione

Nuove norme in arrivo sulla revisione dei veicoli. La revisione deve essere fatta a scadenze periodiche: quattro anni dopo la prima immatricolazione e successivamente ogni due anni. Da maggio verranno introdotte novità che proteggeranno gli automobilisti dalle truffe rendendo più rigorosa la revisione. Il decreto n. 214 del ministero dei Trasporti prevede anzitutto la divisione di ruoli fra meccanici e ispettori autorizzati che effettuino controlli tecnici garantendo “un elevato livello di imparzialità ed obiettività”.

Superata la revisione è previsto il rilascio all’automobilista di  un nuovo documento che dovrà essere registrato al Centro Elaborazione Dati del Ministero dei Trasporti (CED) e che sarà necessario anche per i trasferimenti di proprietà. Tuttavia già vari di questi dati sono trasmessi al CED, e sono infatti consultabili tramite il portale dell’Automobilista tramite il quale dal 2010 è possibile reperire varie informazioni sul veicolo. Questa nuova procedura vuole prevenire le truffe dei furbetti che vendono un’auto usata a un prezzo troppo alto facendo sembrare che la macchina abbia molti km in meno del reale. Queste nuove norme entreranno in vigore a maggio 2018 seguendo le indicazioni della direttiva 45/2014 del Parlamento europeo. Si stabiliscono insomma più garanzie di ”imparzialità” per i controlli effettuati nelle officine private e l’emissione a prova conclusa di un certificato di revisione che seguirà il veicolo negli eventuali successivi passaggi di proprietà. Inoltre diverrà obbligatorio sottoporre a revisione  tutti i veicoli incidentati su cui i periti chiamati alla valutazione dei danni hanno riscontrato gravi danni