FORMAGGITALIA 2017

FORMAGGITALIA 2017

La mostra si terrà dal 27 al 29 ottobre 2017 nel Chiostro della Magnolia situato all’interno del prestigioso palazzo della Fondazione delle Stelline. 3 giorni dedicati all’arte casearia d’eccellenza per veri intenditori. Oltre 50 espositori attentamente selezionati, provenienti da tutta Italia, presenteranno prodotti unici che ricostruiranno la mappatura territoriale dell’arte casearia italiana sia tradizionale che moderna. Alla manifestazione non parteciperanno solo i produttori, ma anche gli affinatori e i consorzi.

Realizzata in collaborazione con ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi), FormaggItalia permetterà al grande pubblico, così come agli operatori, distributori e ristoratori milanesi, di entrare in contatto con i migliori marchi DOP-IGP-STG-PAT italiani anche grazie alle degustazioni guidate, che permetteranno di scoprire i formaggi in abbinamento con una selezione di prodotti complementari attentamente studiati come vini, marmellate e mieli.

La mostra si inserisce in un panorama dedicato al food d’eccellenza ormai consolidato in città e avrà 3 punti fondamentali: l’artigianalità, nella lavorazione dei prodotti; la qualità, con prodotti specchio del patrimonio culturale gastronomico del nostro paese; l’unicità, grazie alla presenza di espositori d’eccezione.

Durante i 3 giorni di manifestazione sarà possibile assistere a convegni di approfondimento aperti al pubblico: si comincia venerdì 27 con quello dedicato al territorio dal titolo “Territorio: persone, tradizione, cultura e turismo” dove si parlerà delle possibilità che i prodotti tipici rappresentino un elemento di differenziazione geografica e a quali condizioni possano aiutare a creare uno sviluppo sostenibile dei territori. Interverranno la prof.ssa Paola Dubini del CLEACC dell’Università Bocconi, la dott.ssa Stefania Boleso libera professionista e docente di MKTG dell’Università Cattolica, il dott. Iorio, CeO di Accor Hotel Grecia Israele e Malta, Federico Klausner e Federica Giuliani di TravelGlobe sul progetto delle Vie del Formaggio.

Si prosegue sabato 28 con il convegno dal titolo “Montagna: un’opportunità di crescita occupazionale giovanile”; la montagna come territorio da recuperare e sostenere per il rilancio di attività rurali con logiche economiche contemporanee legate al mondo imprenditoriale giovanile. Interverranno la dott.ssa Anna Giorgi di UNIMONT che introdurrà il tema del dibattito, Prof. Francesco Tamburini Agraria UNIMI per la qualità del latte di montagna e aspetti tecnico / scientifici. Sarà presente anche ERSAF a sottolineare la partecipazione della Regione Lombardia al progetto FormaggItalia.

Sempre sabato 28 sarà inoltre possibile partecipare all’Happy Cheese Hour, un aperitivo realizzato in collaborazione con il ristorante Orti di Leonardo e il ristorante e bistrot ad inclusione sociale Rob de Matt. Durante l’aperitivo sarà possibile gustare formaggi degli espositori accostati ad un’attenta selezione di vini, mentre lo chef Edoardo Todeschini del ristorante e bistrot Rob de Matt, sotto gli occhi dei visitatori, trasformerà i formaggi in piatti di alta cucina.

Si concludono i lavori domenica 29 con il convegno “Alimentazione: i benefici del formaggio e i falsi miti”, un dibattito informativo e formativo per mettere in chiaro le tante voci sul formaggio, tra gli angeli della competenza e i demoni della disinformazione. Interverranno il Prof. Paolo Simonetti, nutrizionista del DeFENS UNIMI, la dietologa Antonella Carini, specialista di Dieta GIFT e attendiamo l’ok finale da una nota alimentarista italiana. Per questo tema interverrà il caseificio Fattorie di Fiandino sul tema specifico della produzione con caglio vegetale. Uno Chef di fama internazionale fornirà il suo importante contributo sul tema del formaggio in cucina.

La mostra si inserisce in un panorama dedicato al food d’eccellenza ormai consolidato in città e avrà 3 punti fondamentali: l’artigianalità, nella lavorazione dei prodotti; la qualità, con prodotti specchio del patrimonio culturale gastronomico del nostro paese; l’unicità, grazie alla presenza di espositori d’eccezione.